Donna afgana lapidata per adulterio

Amina, una donna coniugata di 29 anni, è stata lapidata pubblicamente sulla base di una sentenza della corte distrettuale.

BBC News, 23 aprile 2005

Una donna è stata lapidata a morte in Afganistan per aver commesso adulterio. L’uccisione ha avuto luogo nel distretto di Argu, nella provincia nord-orientale del Badakhshan.

Un rappresentante locale del governo ha confermato la morte e ha dichiarato che il Governo aprirà un’inchiesta sul caso.

FAIZABAD, Afganistan (Reuters) - Una donna afgana è stata lapidata per adulterio, ha dichiarato la polizia domenica. Secondo quanto riferito, Amina, una donna di 29 anni, coniugata, è stata pubblicamente lapidata a morte giovedì, in base alla decisione della corte distrettuale di Argo, un distretto ad ovest di Faizabad, capoluogo del Badakhshan.

«È stata colpita fino alla morte» ha confermato il comandante della polizia provinciale, il generale Shah Jahan Noori, all'agenzia Reuters, aggiungendo che una squadra è stata inviata sul posto per investigare sull'accaduto.

Durante il governo dei mujahidin, negli anni 90, molti uomini e donne venivano giustiziati in questo modo nel Badakhshan, remota provincia nel nord-est del paese.

Un testimone, Mujibur Rahman, ha riferito alla Reuters che Amina fu portata via dalla casa dei genitori dalle forze locali e da suo marito, che l’ha colpita con le pietre fino a farla morire; l'uomo è stato catturato, frustato 100 volte e poi liberato.


Reuters, 23 aprile 2005

La Commissione Indipendente per i Diritti Umani in Afganistan ha affermato che la donna era stata condannata a morte da un decreto emanato da una figura religiosa locale.

Secondo la legge vigente in Afganistan, casi del genere devono essere regolati dalle corti di giustizia distrettuali.

Un giornalista della sezione in Pashto della BBC in Afganistan ha riportato che il marito della donna era ritornato recentemente dall’Iran dopo 5 anni.

La donna aveva chiesto la separazione dicendo che il marito non era più in grado di manternerla.

Lui ha sostenuto che la donna avesse una relazione con un altro uomo. Non è chiaro se la coppia avesse dei figli.

Alcune agenzie di stampa riferiscono che questo è il secondo caso di lapidazione nel paese dalla caduta dei Talebani nel 2001.

Entrambi i casi sono avvenuti nella stessa area. Durante il governo talebano, le donne venivano regolarmente lapidate per adulterio.