Pubbliche impiccagioni nell'Afghanistan “liberato”

Il 2 gennaio 2004, ha avuto luogo uno scontro tra l'esercito del governo e dei rapinatori nella provincia occidentale di Farah. Due rapinatori sono stati uccisi, uno ferito e due arrestati. Il giorno successivo, 3 gennaio, gli ufficiali governativi di Farah hanno deciso di impiccare i cadaveri in due luoghi diversi nella città di Farah. I cadaveri sono stati appesi in una piazza affollata della città per oltre 8 ore e migliaia di persone, tra cui molti bambini, hanno assistito all'orribile scena che li ha riportati indietro al periodo dei talebani.

Gli ufficiali di Farah, per lo più signori della guerra appartenenti ai gruppi dell'Alleanza del Nord, hanno mostrato di non essere diversi dagli arretrati talebani, che erano stati largamente criticati per punizioni tanto brutali durante il loro dominio.

cadavere impiccato dalla polizia di Farah un'altra vittima impiccata a Farah
Foto esclusive di RAWA, 3 gennaio 2004

Analoghe impiccagioni durante i talebani | Impiccagioni nella provincia di Herat